Doha, cosa vedere durante un breve scalo

03 dicembre, 2020 / Qatar

Doha sicuramente non è la destinazione che sogni per andare a farti una vacanza, ma se hai uno scalo che ti permette di visitarla perché non approfittare? Per chi viaggia con Air Qatar è inevitabile fare lo scalo li. A volte, se il volo lo permette, è possibile anche optare per uno scalo più lungo. In base al periodo di transito si può:
  • se il periodo di transito è superiore a 6 ore puoi prenotare a pagamento un tour, clicca qui
  • in certi casi la Qatar Airways offre ai propri passeggeri in transito la sistemazione in albergo, navetta aeroporto e i pasti. Per avere più info leggi qui
  • organizzarti da solo e alloggiare per una notte a Doha, come abbiamo fatto noi

PERIODO

8-9 marzo, 2018
Abbiamo visitato Doha durante uno scalo, mentre si tornava a Pisa da Singapore. Siamo atterrati verso le ore 13, mentre la partenza era il giorno dopo, verso le 7. Il clima era abbastanza caldo, ma non eccessivo.

VOLI

ANDATA e RITORNO con Qatar Airways, in tutte e due le tratte con scalo a Doha.

VISTO PER DOHA

Il visto per Qatar è gratis, per avere info clicca qui.
E’ gratis anche il visto per chi vola con Air Qatar Airways e ha un transito con validità da 6 a 96 ore. Per avere più info leggi qui.

ASSICURAZIONE

Abbiamo stipulato un’assicurazione viaggio con Chubb (fatta tramite il sito di American Express Viaggi) per 19 giorni

.01

Museo d'arte Islamica a Doha

Abbiamo iniziato la nostra visita alla città con il Museo d’Arte Islamica, un museo a dir poco enorme disposto su 5 piani. Le collezioni presenti provengono da tre continenti con datazioni tra il sec. VII e XIX. Le opere sono veramente impressionanti e per vedere tutto con calma va via anche mezza giornata. Noi abbiamo cercato di visitare tutto in circa due ore. Da non perdere la terrazza sul Golfo Persico e sui grattacieli.

Info utili:

Museo d’Arte Islamica / sab-gio 09:00- 19:00, ven 13:30-19:00Prezzo: 50 QAR / pers. / Location:  Vedi Google Maps / Sito web Museum of Islamic Art

costruzione moderna del museo d'arte islamica con viale d'accesso fiancheggiato da palme
  • Save
Museo d'Arte Islamica
vista di corniche con sfondo di grattacieli
  • Save
Corniche
gioiello raffigurante un uccello tempestato di pietre preziose al museo d'arte islamica a doha
  • Save
Museo d'Arte Islamica

.02

Le Corniche a Doha

La Corniche è la zona lungomare pedonale che circonda la Baia di Doha, lunga circa 7 km. Passeggiando si ha una tra le più belle vedute sulla città, sul vecchio porto con le tradizionali “dhows” (barche a vela in legno) e sulla ostrica gigante con perla (simbolo della città), che ricorda il suo passato, quello della pesca delle perle. Noi ci siamo fatti la parte che porta dal Museo d’Arte Islamica all’ostrica.

Info utili:

Corniche / Prezzo: gratis / Location:  Vedi Google Maps

scultura raffigurante un'ostrica gigante lungo corniche a doha
  • Save
Ostrica gigante lungo Corniche
costruzione a spirale illuminata di notte che ospita il fanar qatar islamic center
  • Save
Fanar Qatar Islamic Cultural Center

.03

Fanar Qatar Islamica Cultural Center

Fanar era la moschea più grande del paese, fino a quando la Qatar State Mosque prese il suo posto. Oggi al suo interno si svolgono diverse attività religiose, educazionali, sociali e corsi di cultura islamica per stranieri. La gigantesca struttura si trova accanto al mercato e non passa inosservata, specialmente la sera quando è tutta illuminata. Particolare è il minareto a forma di spirale, da qui anche il nome di moschea a spirale.

Info utili:

Fanar Qatar Islamic Cultural Center / venerdi aperta ai turisti / Location:  Vedi Google Maps / Sito web 

.04

Souq Waqif, il mercato di Doha

È il mercato centrale di Doha, la destinazione ideale non solo per chi vuole comprare, ma anche per chi vuole lasciarsi incantare dalla vista e dall’olfatto e provare cibo tipico. 
Nel mercato c’è anche una zona dedicata agli animali domestici e in special modo ai falchi, Falcon Souk. La falconeria è uno sport tradizionale in Qatar. Questi rapaci, una volta venivano usati per la caccia, oggi più per esibizionismo. All’interno del mercato questi rapaci possono essere comprati, addestrati o addirittura curati grazie all’ospedale presente. Per gli amanti dei cavali o cammelli, vicino al Falcon Souk, c’è una area a loro dedicata.
Il mercato non è proprio grande, ma grazie al suo labirinto di vicoli e molto facile perdersi.

Info utili:

Souq Waqif / negozi: 10:00-12:00, 16:00-22:00; ristoranti o dalle 8:00-24:00 o 24h/24h; banche: dom-gio 07:30-13:00 e qualcuna anche dalle 17:00-19:00 / Prezzo: gratis / Location:  Vedi Google Maps / Sito web 

interno del mercato souk waqif a doha
  • Save
Souk Waqif
vetrina con gioielli in oro a gold souk a doha
  • Save
Gold Souk (Mercato dell'Oro)
torre e mura intorno a souk waqif a doha
  • Save
Souk Waqif

.05

Gold Souk e Al Raas Bakery

Non tanto lontano da Souk Waqif, sulla Grand Hamad St., c’è il mercato dell’oro GOLD SOUK, che vende più che altro oro di 18-24 kt, perle e gioielli. Bello e luccicante per gli occhi.

Tornando verso l’albergo, sulla stessa strada del Gold Souk, ci siamo imbattuti in AL RAAS BAKERY, un panificio che sforna la pita cotta nel forno a legna. Particolare è la vendita che avviene tramite una finestra, al piano terra di una palazzina, una cosa araba tipica in una città dove il modernismo la fa da padrona.

Info utili:

Come spostarsi a Doha

Una volta usciti dall’aeroporto il Doha Airport Bus Terminal si trova a destra. Da lì noi abbiamo preso il bus 747 (Karwa Bus Service) che arriva fino al Museo Di Arte Islamica.

Sul bus abbiamo comprato la Smart Card 24 hours Unlimited, valida per viaggi illimitati. La card si può acquistare anche dalle macchinette che si trovano al Bus Terminal, con la valuta locale o carta credito. Sul bus la card va convalidata.

Riguardo le tipologie di card leggi qui.

Info sui bus e sui prezzi dei biglietti single leggi qui.

Per vedere un po’ il centro abbiamo preso il BUS 777, alla fermata vicino Suq Waqif. Il bus parte dall’aeroporto, arrivando fino in centro, facendo un tour circolare. Lungo il percorso si possono vedere le Corniche, l’area residenziale di West Bay, villaggio culturale Katara, Lagoona Mall, Zig-Zag Towers, Burj Doha Tower, Tornado Tower, gli hotel più importanti della città, fino ad arrivare alla zona ultra lusso del The Pearl. Consultate la mappa del tragitto qui.

Dove dormire a Doha

Century Hotel Doha
Per una notte abbiamo scelto questo albergo situato a 5 minuti dalla fermata del bus 747 e a circa 25 minuti sia dal Museo di Arte Islamica che dal Souk Waqif. La stanza è con bagno, entrambi molto spaziosi, ben arredati e con ottime dotazioni. L’albergo offre il servizio di navetta per l’aeroporto a pagamento, che noi abbiamo utilizzato il giorno dopo.

Dove mangiare a Doha

Abbiamo cenato a Zaatar w Ziet, all’interno del Suq Waqif. Tenendo conto che sono celiaca e intollerante al lattosio, qui non ho avuto problemi. Ho preso un piatto molto semplice con patate al forno e insalata.

Costo per uno scalo a Doha

Il costo per uno scalo fatto a Doha per 2 persone è di 413,00 QAR (€ 92,18). Ovviamente il prezzo non include il volo e l’assicurazione.

1 notte a Doha – 240,00 QAR (€53,00)
Cibo53.00 QAR
Smart Card 24 hours Unlimited per 2 pers. – 40 QAR
Navetta aeroporto per 2 pers. – 75,00 QAR

Souvenir – 5 QAR

Suggerimenti

  • In Qatar, rispetto ad altri paesi arabi, le donne hanno gli stessi diritti degli uomini. Nonostante altri paesi arabi impongono l’obbligo del velo, qui non c’è. Quello che rimane obbligatorio è di mantenere coperte spalle, gambe e caviglie. Queste regole valgono anche per le donne straniere, che devono cercare di evitare le scollature o i vestiti aderenti. Solo in certe occasioni, come nella moschea è obbligatorio coprirsi anche la testa.
  • La giornata di riposo è il venerdì, quando è molto facile trovare una città abbastanza ferma, specialmente di giorno. Devo dire comunque che pure di giovedì l’abbiamo trovata deserta, ad eccezione della sera.
  • La città l’ho trovata molto pulita, abbastanza sicura ma in continuo sviluppo, seminata di cantieri ovunque e di tantissimi grattacieli ancora non in uso.
  • Bar, discoteche, ristoranti di classe si trovano principalmente negli alberghi che a Doha sono in gran quantità. In genere i lavoratori sono stranieri, sicché è molto facile comunicare in inglese.
  • Per i soldi locali abbiamo preferito prelevarli all’ATM dell’aeroporto.
  • Rimane un mistero per noi il fatto di come si attraversa la strada. Tutto regolare per chi è in macchina che si ferma col rosso e passa col verde. Incomprensibile invece per il pedone, perché il semaforo rimaneva sempre rosso. Il problema l’abbiamo riscontrato con diversi semafori. In seguito abbiamo attraversato insieme a qualche passante e certe volte a caso cercando di non farci mettere sotto.
  • Un altro mistero sono le fermate del bus lungo la Corniche, introvabili. Alla fine abbiamo fermato il bus facendogli segno con la mano, anche se non si è fermato tanto vicino e ci siamo dovuti fare una mezza maratona per raggiungerlo.

Ultimo aggiornamento: febbraio, 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *