Vai al contenuto

Israele cosa vedere in 7 giorni, itinerario completo

06 giugno, 2022 / Israele

Nonostante si tratti di un paese di piccole dimensioni, le cose da vedere in Israele sono davvero tante. Con un passato abbastanza tumultuoso e con un turismo spesso ostacolato dalla situazione geopolitica, specialmente legata alla religione e all’eterno conflitto con la Palestina, Israele rimane sempre un paese con un gran patrimonio storico-artistico. Visitarlo è come tornare indietro ai tempi delle vicende bibliche. Una terra sacra legata agli ebrei, ai cristiani e ai musulmani. Un paese che accontenta tutti: Tel Aviv per chi cerca una città moderna e dinamica, Gerusalemme per gli amanti dalla storia e dalla sacralità ed Eilat per chi cerca il relax e la natura. ovviamente il paese offre tanto altro.

PERIODO

05 – 12 marzo, 2019
Nel nord del paese il clima a marzo era molto più caldo rispetto all’Italia, di giorno da t-shirt e la sera da giacchetta. Nel sud le temperature erano più torride, vicino al Mar Morto, a Masada ed Eilat.

VOLI

Firenze – Roma – Tel Aviv / andata con Alitalia
Frontiera Eilat (Yitzhak Rabin) (Israele) – Aqaba (Giordania). Dopo aver visitato Israele siamo passati in Giordania via terra

 Amman (Aeroporto Internazionale Regina Alia) – Roma – Firenze / ritorno con Alitalia

Frontiera Eilat (Yitzhak Rabin) / dom-gio 06:30-20:00, ven-sab 08:00-20:00. Chiuso nel giorno di Yom Kippur e nel primo giorno del Capodanno musulmano / Trasporto: taxi o bus pubblico nr. 390, 444 (si fermano dopo l’incrocio tra Route 90 e Route 109 e da lì in meno di 5 min. a piedi).

VISTO PER ISRAELE

Il visto per Israele viene emesso all’arrivo in aeroporto. I controlli di sicurezza sono molto impegnativi, considerati tra i più severi. È alquanto normale passare lì diverse ore e addirittura ricevere il rifiuto per l’ingresso nel paese. Noi vi abbiamo passato parecchio tempo per via delle tantissime domande alle quali siamo stati sottoposti. L’importante è mantenere la calma ed essere sinceri nelle risposte. Per rimanere aggiornati sulla situazione nel paese consultate Viaggiare Sicuri.

ASSICURAZIONE

Abbiamo stipulato un’assicurazione viaggio con Axa Assistance per 8 giorni. Compagnia scelta sia per i suoi ottimi prezzi che per il suo nome che è sempre una garanzia. Sconto 10% con codice MAX10 se clicchi sul link.

giorno 1

Tel Aviv - la città più grande di Israele

VIAGGIO: aereo Firenze – Roma – Tel Aviv / NOTTE: Tel Aviv

Nel primo giorno non siamo riusciti a visitare niente visto che siamo arrivati a Tel Aviv in tarda serata.

giorno 2

Tel Aviv

NOTTE: Tel Aviv

Avendo un solo giorno a disposizione per visitare Tel Aviv, abbiamo dato priorità alla sua parte antica, la città di Giaffa. Situata sulle rive del Mediterraneo, in passato il suo porto veniva considerato “il più antico del mondo”. Vi abbiamo dedicato poco meno di mezza giornata, guardando soltanto dall’esterno le attrazioni principali. 

Giaffa - antica città di Israele

Noi abbiamo iniziato la visita della città vecchia dalla Torre dell’Orologio, costruita durante l’impero ottomano (oggi punto di informazioni per turisti), poi siamo passati dalla Moschea Mahmoudiya (la più grande di Giaffa), dalla Moschea Al Bahr (la più antica di Giaffa), fino ad arrivare nella Kedumin square dove si trova il Monastero di San Pietro (entrata gratis), la Fontana dello Zodiaco e il Ponte dei desideri. A pochi metri dalla piazza si trova la casa di Simone il conciatore che ospitò l’apostolo Pietro durante la sua visita in Israele (chiusa per le visite). Poi guardando il mare oltre gli scogli, si trova la Roccia di Andromeda, dove venne incatenata Andromeda, liberata poi da Perseo.
La parte vecchia di Giaffa è un mix di strette vie, gradini, vicoli, ristoranti, gallerie artistiche e musei. 

Tip:

Ovviamente non poteva mancare la visita al Mercato delle pulci (vedi Google Maps, aperto tutti i giorni tranne il sabato 09:00-17:00, mentre il venerdì 09:00-14:00) e al Mercato greco (vedi Google Maps, aperto venerdì e festivi dalle 10:00-14:00), entrambi ottimi per souvenirs e buona cucina.

fontana dello zodiaco a giaffa gerusalemme
Fontana dello Zodiaco a Giaffa
israele ponte dei desideri a giaffa gerusalemme
Ponte dei Desideri a Giaffa
torre dell'orologio a giaffa gerusalemme
Torre dell'orologio a Giaffa

Il resto della giornata l’abbiamo impiegato a visitare la parte più moderna di Tel Aviv. Anche in questo caso ci siamo limitati a guardare tutto dall’esterno.

Neve Tzedek

Neve Tzedek è tra i quartieri più vecchi di Tel Aviv, costruito come quartiere ebraico fuori da Giaffa. Oggi invece è una zona alla moda, nonché un bellissimo rifugio lontano dalla modernità. Un intreccio di strade strette, fiancheggiate da vecchi edifici, case basse e colorate dove possiamo trovare ristoranti, caffetterie, laboratori e gallerie d’arte, artigiani, gioiellerie, librerie, antiquari e tanto altro.

Florentin

Vicino a Neve Tzedek si trova un altro antico quartiere, il Florentin. Molto diverso dal suo vicino, non così riqualificato, ma non meno interessante. Si tratta di un quartiere con un passato di degrado urbano e povertà che, col passare del tempo, grazie al costo ragionevole degli appartamenti, è diventato casa per moltissimi migranti, studenti e giovani. Oggi è un luogo bohémien, molto popolare a Tel Aviv specialmente per gli artisti e la vita notturna.

Città bianca di Tel Aviv

Per città bianca si intendono quelle zone dove predomina lo stile architettonico tedesco, il Bauhaus (case bianche, in cemento, senza decorazioni e con balconi arrotondati). Tel Aviv è la città con più edifici Bauhaus al mondo.
Rothschild Avenue è una delle vie principali della città e anche la più trafficata. È il cuore finanziario della città e il posto dove si possono ammirare molti edifici Bauhaus, grandi grattacieli e la Indipendence Hall, dove fu ufficialmente dichiarato lo Stato d’Israele nel 1948. La via finisce nella Piazza Habima, una tra le piazze più importanti, sede del Teatro Habima, del Palazzo della Cultura e del padiglione d’Arte Contemporanea Helena Rubinstein.
Piazza Dizengoff invece è situata tra le sei vie più trafficate della città ed è l’unica piazza al mondo costruita in stile Bauhaus, di forma circolare, con una fontana al centro e circondata da bianchi edifici.

Magen David Square

La piazza Magen David Square è una tra le più frequentate della città, nonché punto di incontro di diverse strade importanti, caratterizzata da diversi edifici in stile Bauhaus e Art-Nouveau. Vicino si trova il Carmel Market (vedi Google Maps) il più famoso e grande mercato di Tel Aviv (ottima tappa per souvenirs e cibo tipico, aperto tutti i giorni tranne il sabato dalle 08:00-19:00, mentre venerdì 08:00-15:00). Poi troviamo la coloratissima strada Nahalat Binyamin Street disseminata di negozi artigianali, la strada alla moda Shenkin Street e le moderne strade commerciali di Allenby e King David.

tel aviv vista sul mare
vista sul mare di Tel Aviv da Giaffa
israele piazza Dizengoff a tel aviv
Piazza Dizengoff a Tel Aviv

giorni 3, 4 e 5

Gerusalemme - la città santa di Israele

VIAGGIO: Tel Aviv – Gerusalemme / NOTTE: Gerusalemme

Tel Aviv e Gerusalemme sono collegate tramite la linea ferroviaria che parte dalla stazione centrale di Tel Aviv, Savidor Center, ed arriva alla stazione di Yitzhak Navon su Shazar Street a Gerusalemme in ca. 45 min.

Gerusalemme è divisa nella città nuova, vecchia e antica. Quest’ultime due si trovano all’interno delle mura e sono divise in quattro quartieri dove vivono, in meno di un chilometro quadrato: ebrei, musulmani, cristiani ed armeni. Quattro comunità, ognuna con la sua identità culturale e religiosa.

Quartiere Ebraico

Entrando dalla Porta del Letame (Dung Gate) si trova il quartiere più elegante, il quartiere ebraico. Questa è anche la zona dove è concentrata la maggior parte di sinagoghe e yeshivah (scuole dedicate allo studio dei testi religiosi ebraici) e dove si trova uno dei simboli della città, il Muro del Pianto (Kotel). Sempre qui si trovano la Sinagoga Hurva (visitabile, noi l’abbiamo vista solo da fuori) ed i resti del Cardo, antica via commerciale romana, fiancheggiata da colonne, e visibile a circa 4 metri sotto il livello stradale. 

Tip:

Chiunque può accedere alla Piazza del Muro, eccetto nel giorno dello shabbat. L’entrata avviene dopo aver passato il metal detector, dopo il controllo di zaini, borse e a volte anche del passaporto. La piazza è come una sorta di sinagoga all’aperto dove gli uomini e le donne, divisi da una recinzione, pregano. I fedeli inseriscono nelle fessure del muro foglietti con su scritte le loro preghiere, fogli che, due volte all’anno, vengono rimossi e sepolti sul Monte degli Ulivi.

israele sinagoga hurva a gerusalemme
Sinagoga Hurva
israele resti cardo romano gerusalemme
Cardo, antica via commerciale romana

Quartiere Musulmano

Si tratta del più grande dei quattro quartieri, con accesso tramite una delle tre porte: di Damasco (Damascus Gate), di Erode (Herod’s Gate) o dei Leoni (Lion’s Gate). In questa zona si trova via Dolorosa, che rappresenta il percorso dove Gesù portò la croce, segnata dalle 9 stazioni della via Crucis (le altre 5 sono all’interno della Chiesa del Santo Sepolcro). Qui si trova anche la Cupola della Roccia, situata sul Monte del Tempio, e considerata il terzo luogo più sacro dell’islam dopo La Mecca e La Medina (l’accesso alla cupola ai non musulmani è proibito, però in certi orari si può accedere alla spianata circostante: durante i mesi estivi: da domenica a giovedì, dalle 7:30 alle 11:00 e dalle 13:30 alle 14:30; durante i mesi invernali: dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 12:30 alle 13:30; l’accesso viene fatto tramite il ponte in legno situato accanto al Muro del Pianto).

israele quartiere musulmano a gerusalemme
il quartiere musulmano visto dalle mura
kotel gerusalemme
Kotel e la Cupola della Roccia

Quartiere Cristiano

Situato tra le porte di Giaffa (Jaffa Gate), la Porta Nuova e la Porta di Damasco il quartiere è sede della chiesa cristiana più sacra al mondo, la Basilica del Santo Sepolcro. Come avviene da generazioni, le chiavi della chiesa sono custodite da una famiglia musulmana. La basilica è sempre molto affollata e l’ingresso è gratuito. Una volta dentro si può vedere la Pietra dell’Unzione (all’ingresso principale) e la Rocca del Calvario dove Gesù fu crocifisso. L’interesse maggiore però lo ha l’Edicola (la tomba di Gesù) alla quale possono accedere 4-5 persone contemporaneamente, perché piccola, dopo aver superato una lunghissima fila.

Info utili:

  • Basilica del Santo Sepolcro / tutti gg; apr-set 05:00-20:00; ott-mar 05:00-07:00 / Prezzo: gratis / Location: Vedi Google Maps 
israele quartiere cristiano a gerusalemme
quartiere cristiano visto dalle mura
museo torre del david a gerusalemme
Museo Torre di David sulla sinistra
israele Basilica del Santo Sepolcro a gerusalemme
Basilica del Santo Sepolcro

Quartiere Armeno

Rappresenta uno tra i più piccoli quartieri della Città Vecchia, tra Porta Giaffa e Porta Zion. Nel quartiere si trovano il Monastero di San Giacomo, il Monastero dei Santi Arcangeli e il Monastero del Santo Salvatore (che non abbiamo visitato).

Solo cliccando sul banner avrai 10% di sconto col codice MAX10 sui tuoi futuri viaggi

Sconto 10% con codice MAX10

Passeggiata sulle Mura

Un ottimo modo per vedere meglio i quartieri è quello di visitarli dall’alto, percorrendo la Passeggiata sulle Mura, che circonda quasi tutta la Città Vecchia, con eccezione dell’area del Monte del Tempio. Il camminamento è diviso in due parti: uno nella parte nord (che inizia alla Porta di Giaffa e finisce alla Porta dei Leoni) ed un altro nella parte sud (che inizia dalla Porta di Giaffa fino a quella di Zion).

Info utili:

  • Passeggiata sulle Mura / sab-giov 09:00-16:00; solo il lato nord è aperto anche venerdì (shabbat) 09:00-14:00 / Prezzo: 20 NIS / pers. / Location: una volta passata la Porta di Giaffa, subito sulla sinistra, c’è la biglietteria
gerusalemme la città nuova
Gerusalemme moderna vista dalle mura
notre dame of jerusalem center
Notre Dame of Jerusalem Center visto dalle mura

Fuori dalla Città Vecchia

Fuori dalla città vecchia abbiamo visitato solo il Monte degli Ulivi (Getsemani, Chiesa dell’Agonia e Chiesa dell’assunzione di Maria) e il Mercato Mahane Yehuda (che è stata un’ottima tappa per mangiare e farci il pieno di spezie, tè, olive e frutta secca).

Monte degli Ulivi

Alla base del Monte degli Ulivi c’è un piccolo oliveto, Getsemani, dove Gesù si ritirò dopo l’ultima cena prima di essere tradito da Giuda. L’aspetto è quello di un giardino, con accanto la Chiesa di tutte le Nazioni (Chiesa dell’Agonia). La chiesa è conosciuta per custodire una porzione della roccia (Roccia dell’Agonia) dove si pensa che Gesù abbia pregato la notte prima dell’arresto. Sul lato opposto della strada si trova la Chiesa dell’Assunzione di Maria. Sotto la chiesa, accessibile grazie ad una scalinata, si trova la Tomba di Maria, la Cappella di San Giuseppe e la Cappella dedicata ai genitori di Maria.

Mercato Mahane Yehuda

Mercato chiamato anche “shuk” fa parte dalle attrazioni da visitare a Gerusalemme. L’ambiente è davvero grande ed offre una vasta gamma di prodotti: cibo proveniente da varie culture, oggetti di diverso tipo e souvenirs. Rappresenta un’ottima tappa anche per mangiare, grazie alla presenza di ristoranti, street food e take away (aperti sia di giorno che di notte). Da non perdere l’atmosfera euforica del venerdì pomeriggio prima dello shabbat.

Tip:

Per gli amanti dello street art consiglio di visitare il mercato dopo la chiusura in modo da poter vedere i dipinti presenti sulle saracinesche e sulle porte dei negozi.

Info utili:

  • Giardino di Getsemani / dom-sab 08:30-12:00 e 14:30-17:00 / Prezzo: gratis / Location: Vedi Google Maps
  • Chiesa di tutte le Nazioni / tutti gg 08:30-12:00 e 14:00-18:00 / Prezzo: gratis / Location: Vedi Google Maps
  • Chiesa dell’Assunzione di Maria / dom-sab 06:00-12:00 e 14:30-17:00 / Prezzo: gratis / Location: Vedi Google Maps
  • Mercato Mahane Yehuda / dom-giov 08:00-19:00; ven 08:00-15:00; sab-chiuso / Location: Vedi Google Maps 
israele monte degli ulivi a gerusalemme
Monte degli Ulivi visto dalla Città Vecchia
Israele Chiesa dell'Assunzione di Maria a gerusalemme
Chiesa dell'Assunzione di Maria
israele Chiesa di tutte le Nazioni (Chiesa dell'Agonia) a gerusalemme
Chiesa di tutte le Nazioni sul Monte degli Ulivi

Tour con Sandemans in Israele

Ovunque andiamo, se c’è la possibilità, facciamo sempre i tours con Sandemans New Europe. Si tratta di un tour operator che offre visite turistiche in più di 20 città sparse per il mondo. Oltre i tours a pagamento, ne organizzano alcuni “gratis” (con offerta libera).

Il nostro tour “gratis” includeva la visita alla Città Vecchia, passando da tutti e quattro i suoi quartieri, accompagnati da una guida che ci ha illustrato la storia sulla Città di David, sulla Sinagoga Hurva, sulla Basilica del Santo Sepolcro, sulla Cupola della Roccia, sul Monte degli Ulivi, sul Muro del Pianto e sugli scavi dell’antica Gerusalemme. Il tour è durato circa 2 ore e la nostra guida ci ha fatto scoprire cose che altrimenti sarebbero state difficili da sapere. 

Per fare il tour, bisogna prenotare. La lingua disponibile per questo tour era solo l’inglese

giorno 6

Tour a Masada, Ein Gedi e Mar Morto

VIAGGIO: Gerusalemme-Masada 104 km / NOTTE: Gerusalemme

Per visitare la fortezza di Masada, la Riserva Naturale di Ein Gedi e il Mar Morto, ci siamo affidati ad Abraham Tours. Tour di gruppo, di mezza giornata, con incluso trasporto in minivan. Nel tour era incluso solo il trasporto, con partenza dall’Abraham Hostel e l’entrata al Mar Morto. Tutto il resto, come le entrate a Masada e alla Riserva, il cibo, le bevande e la guida (anche se il nostro autista prima di ogni attrazione ci ha dato parecchie info) non erano incluse.

Masada - antica fortezza in Israele

Il Parco Nazionale di Masada comprende il Monte Masada con la sua antica fortezza, l’ingresso orientale con il Museo e il complesso dell’entrata occidentale. Per arrivare alla fortezza siamo partiti dall‘ingresso orientale, quello dal quale parte la funivia. La salita la si può fare anche a piedi su entrambi i lati del Monte, ma visto che fino in cima si impegna circa 45 min e che noi avevamo solo due ore a disposizione, abbiamo evitato. Tutti i servizi come parcheggio, punto info, biglietteria e gabinetti, si trovano alle entrate.
La Fortezza è diventata famosa per il lungo assedio dell’esercito romano, avvenuto durante la prima guerra giudaica, che è finito con un suicidio in massa da parte degli assediati. Il sito archeologico in parte è stato ricostruito e oggi è uno tra i più importanti di Israele. La vista da lassù è a dir poco spettacolare, e spazia fino al Mar Morto.

Info utili:

  • Masada / orario estivo, tutti giorni 08:00-17:00, solo il venerdì 08:00-16:00; orario invernale tutti giorni 08:00-16:00, solo il venerdì 08:00-15:00; durante giorni festivi 08:00-13:00 / Prezzo parco e funivia: 74 NIS / pers. / Location: Vedi Google Maps  
israele masada scavi archeologici
Masada
israele masada
la vista da Masada

Riserva Ein Gedi

La Riserva Ein Gedi è una bellissima oasi situata sulla sponda occidentale del Mar Morto, nel Deserto della Giudea. È un mix di natura incontaminata che può essere esplorata grazie ai suoi 9 sentieri, un ambiente selvaggio dove non è raro vedere stambecchi o altri animali, ed un luogo ricco di storia. All’entrata dell’oasi sono presenti alcuni resti storici ed archeologici (risalenti ai suoi primi abitanti) che testimoniano il passato di questa zona. È anche un’oasi di benessere per la presenza di terme salutari presso la piccola comunità Kibbutz Ein Gedi.
Per esplorarla siamo riusciti a fare solo il percorso corto, che parte dall’ufficio Nahal David ed arriva fino alla Cascata di David. Il sentiero è abbastanza facile, 1,5 km tra andata e ritorno, che passa su alcuni ponti in legno, balconi panoramici e scale in pietra, fino ad arrivare alla bellissima cascata.

Info utili:

  • Riserva Ein Gedi / orario estivo, tutti giorni 08:00-17:00, solo il venerdì 08:00-16:00; orario invernale tutti giorni 08:00-16:00, solo il venerdì 08:00-15:00; durante giorni festivi 08:00-13:00 / Prezzo: 28 NIS / pers. / Location: Vedi Google Maps
israele riserva ein gedi
Ein Gedi sentiero
israele riserva ein gedi
Ein Gedi

Mar Morto

Per provare l’esperienza di galleggiare nel Mar Morto il nostro autista ci ha portati ad uno stabilimento privato a pagamento (entrata inclusa nel prezzo del tour). L’unica spesa che abbiamo fatto è stata quella di noleggiare il locker dove abbiamo lasciato i vestiti. Lo stabilimento è grande e provvisto di area picnic, ristorante, spogliatoi, piscina e negozio con prodotti cosmetici. La spiaggia è piccola e fangosa. Per sedersi bisogna usare le seggiole di plastica disponibili in loco. L’entrata nel mare veniva supervisionata da un bagnino perché, vista l’elevata salinità dell’acqua, non è possibile nuotare (rischio affogamento) ma si può solo galleggiare. 

Purtroppo non tutta la riva del mar Morto è accessibile, colpa delle cosiddette “sinkhole” (voragini nel terreno, segnalate da diversi cartelli di avvertimento) che rendono il posto abbastanza pericoloso. La balneazione viene fatta soltanto presso gli stabilimenti.

israele vista sul mar morto
Mar Morto
israele eilat
Eilat

giorno 7

Gerusalemme - Eilat

VIAGGIO: Gerusalemme – Eilat, bus, ca. 4 h / NOTTE: Eilat

Visto che il nostro viaggio proseguiva in Giordania, da Gerusalemme ci siamo spostati col bus (4 h di viaggio) a Eilat da dove abbiamo passato la frontiera via terra. La mezza giornata rimasta l’abbiamo passata girando per il piccolo centro della città. Eilat è famosa per essere una delle principali destinazioni per le immersioni. A parte il bel mare, l’aspetto della città è quello di un posto molto turistico, anche perché il suo porto permette l’attracco delle navi da crociera.

Le attrazioni più belle sono fuori città e noi, per mancanza di tempo, non siamo riusciti a vederle: Riserva Naturale Coral Beach, Parco Nazionale Timna Valley, Dolphin Reef.

Solo cliccando sul banner avrai 10% di sconto col codice MAX10 sui tuoi futuri viaggi

Sconto 10% con codice MAX10

giorno 8

Israele - Giordania

VIAGGIO: Eilat – Giordania / NOTTE: Wadi Rum (Giordania)

La mattina presto ci siamo fatti accompagnare davanti alla frontiera di Eilat (Yitzhak Rabin) da un tassista israeliano (prenotato la sera prima dopo aver stabilito il prezzo della corsa). Poi abbiamo passato da soli la frontiera arrivando sull’altro lato, ad Aqaba (Giordania), dove ci aspettava il nostro autista giordano che ci avrebbe accompagnato per il resto della vacanza in Giordania.

Shabbat

Lo Shabbat è la festa di riposo ebraica dedicata alla preghiera, festeggiata ogni settimana, dal tramonto di venerdì fino a quello di sabato. Durante questo periodo la città si ferma completamente: i mezzi pubblici, inclusi il trasferimento da a e verso l’aeroporto, sono fermi (l’unico modo per spostarsi sono i taxi che ovviamente hanno un sovraprezzo oppure noleggiare un’auto); le compagnie d’aereo israeliane non operano; gli uffici pubblici, gli esercizi commerciali, i bar e i ristoranti sono chiusi; le fontane pubbliche smettono di funzionare, come anche gli ascensori degli hotel.
Noi abbiamo passato lo Shabbat a Gerusalemme, che offre un’esperienza davvero unica nel guardare da vicino questa festa. Gli unici quartieri animati durante lo shabbat sono quelli cristiani, arabi e armeni. Lì si ha più possibilità di trovare qualche supermercato o ristorante aperto. La Città Vecchia si riempie di famiglie ebraiche che vanno a pregare al Muro del Pianto.

Come spostarsi in Israele

Dall'aeroporto

Israele ha due aeroporti: Ben Gurion a 25 km da Tel Aviv e 53 km da Gerusalemme e Eilat Ramon Airport a 20 km da Eilat. Per spostarci dall’aeroporto Ben Gurion a Tel Aviv (Savidor Center-stazione principale), noi abbiamo scelto il treno, disponibile al Terminal 3 (la corsa dura ca. 20 min.), il biglietto lo si può acquistare on-line o all’aeroporto (biglietterie o distributori automatici). Per più info consultate il sito del Israel RailwaysAltre modalità di spostamento sono i bus pubblici (più economici, ma più lenti), taxi e noleggio auto (più cari) e il taxi-collettivo (il sherut che parte quando si riempie).

Nelle città

Essendo abituati a camminare tanto, in tutte e tre le città visitate (Tel Aviv, Gerusalemme e Eilat), ci siamo spostati soltanto a piedi. Mentre per gli spostamenti tra queste, abbiamo scelto i mezzi pubblici, come il treno da Tel Aviv a Gerusalemme e il bus da Gerusalemme a Eilat. 

Mezzi pubblici

Sia a Tel Aviv che a Gerusalemme, per usufruire dei mezzi pubblici come bus o tram, bisogna acquistare la tessera Rav-Kav (sul loro sito o al Centro Informazioni Turistiche) sulla quale è possibile caricare i biglietti dei mezzi. La si può ricaricare ad ogni terminale elettronico presente alle fermate. Prestare attenzione perché spesso le fermate sono solo in ebraico.

A Tel Aviv altri modi per spostarsi sono: gli sherut, i taxi condivisi e i furgoncini gialli (che seguono le linee del bus, senza una fermata fissa, partono quando sono pieni e si fermano quando si fa un segno con la mano all’autista); il bike sharing, i monopattini (Tel-O-Fun, Pole Position) e gli scooter elettrici (Lime, Bird, Wind). Per usarli per legge bisogna avere il casco, non più di una persona sopra e avere sopra ai 16 anni.

Dove dormire in Israele

Per l’intero soggiorno ci siamo affidati solamente a Airbnb, in quanto è stato difficile trovare stanze disponibili negli alberghi e ad un prezzo giusto. A Tel Aviv avevamo prenotato una stanza in un appartamento di una coppia, però non ci siamo trovati bene sia per la colpa della pulizia inesistente che per colpa del rumore (interno ed esterno). A Gerusalemme avevamo prenotato un intero appartamento, alloggio decisamente migliore, solo che anche questo non eccelleva nella pulizia. Invece a Eilat abbiamo soggiornato al Custo Club in una stanza di una villa, con bagno e cucina in comune. Struttura carina, ma anche qui la pulizia non era agli standard italiani. 

Quanto costano 3 giorni in Israele

Il costo di 2 persone in Israele, per 8 giorni e 7 notti è stato di € 1208,41. A questo va aggiunto il prezzo del volo che è stato di € 740,78 / 2 pers. (Firenze – Tel Aviv – Amman – Firenze) e della Assicurazione Viaggio di € 76,60 / 2 pers.  stipulata per un viaggio dal 5 – 15 marzo.

2 notti a Tel Aviv – € 147,79
4 notti ad Gerusalemme – € 195,21
1 notte a Eilat – € 47,40
treno aeroporto Ben Gurion – Tel Aviv – 27 NIS / 2 pers.
treno Tel Aviv – Gerusalemme – 44 NIS / 2 pers. 
bus Gerusalemme – Eilat – 140 NIS / 2 pers. 
Abraham Tour – € 139,24 / 2 pers.
Passeggiata lungo mura Gerusalemme
– 36 NIS / 2 pers. 
Mancia Tour Sandemans – 100 NIS / 2 pers. 
Entrata Masada – 148 NIS / 2 pers. 
Entrata Ein Gedi – 56 NIS / 2 PERS.
Locker Mar Morto
– 10 NIS
Taxi Eilat – 42,50 NIS
Dogana – 209 NIS / 2 pers. 
Cibo – 424,74 NIS
Varie, souvenir – 188,50 NIS

Ultimo aggiornamento: i prezzi e gli orari che si trovano in “Info utili” sono tutti aggiornati a giugno, 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *