Vai al contenuto

Lago di Bolsena: 3 borghi da non perdere

19 settembre, 2022 / Viterbo, Lazio

Considerato il lago vulcanico più grande d’Europa, il Lago di Bolsena si classifica in Italia quinto per grandezza. Nella nostra penisola ci sono tantissimi laghi ma questo, dell’alto Lazio, è una vera perla. Già abitato nel neolitico, è situato al confine con l’Umbria e la Toscana, nel complesso vulcanico dei monti Vulsinio (ancora considerati attivi), in un ambiente di natura incontaminata e storia. Ovviamente la scelta su cosa fare e vedere al lago è infinita, dalla visita ai borghi ai siti archeologici fino alle numerose attività nella natura. Nonostante le mille possibilità, ho selezionato questi tre i borghi perché per me vanno assolutamente visti se si arriva in questa zona.

.01

Marta, borgo di pescatori su lago di Bolsena

Marta offre un’esperienza davvero autentica grazie al suo “Borgo di pescatori”, dove ancora oggi si respira l’aria di un tempo. Una zona lungo il lago, disseminata di barche colorate, ristoranti di pesce e ovviamente pescatori. Anche il suo lungolago costeggiato da platani non è da meno.

L’entrata nel centro storico viene fatta dalla piazza principale tramite il portico incastonato nel Palazzo Comunale. Ai lati del palazzo si trovano il Palazzo Ciotti e il Palazzo Tarquini-Savelli, mentre alle sue spalle la Chiesa Collegiata dei Santi Biagio e Marta.

lago bolsena torre dell'orologio a marta
Torre dell'orologio, Marta
marta panorama
vista dalla terrazza dell'orologio su Capodimonte e isola Bisentina

Il centro storico invece, composto da case in tufo e vicoli stretti, è sviluppato intorno al suo simbolo, la Torre dell’orologio, l’unica testimonianza dall’antica Rocca (del XIII secolo). Volendo vi si può salire fino in cima, ma è possibile apprezzare il panorama davvero mozzafiato anche dalla terrazza sottostante che lascia ammirare il lago con le sue isolette.

Tip:

A pochi metri dalla Torre dell’Orologio si trova la Grotta delle Apparizioni (vedi Google Maps) dedicata alla Vergine Maria e diventata famosa per le sue apparizioni. Nonostante siano avvenute nel 900′, ancora tutt’oggi la grotta attira visitatori e credenti, diventando un luogo sacro.

Info utili:

Parcheggio Marta: abbiamo lasciato la macchina lungo il lago, vicino al “Borgo dei pescatori”, vedi Goggle Maps. Ampio spazio di parcheggio. 

marta salita verso torre dell'orologio
la salita verso Torre dell'orologio, Marta
borgo marta lazio
Borgo di Pescatori, Marta

.02

Capodimonte

VIAGGIO: Marta – Capodimonte 2,9 km

Capodimonte offre una vista sul lago e sull’isola Bisentina davvero bella. Il Borgo si visita velocemente perché piccolo e con poche cose da vedere. La sua storia gira attorno alla famiglia Farnese, che nel 1500 deteneva le terre tra il Tirreno e il lago di Bolsena, comprese quelle di Capodimonte. L’abitato è costruito attorno alla sua imponente Rocca Farnese, costruita nell’ XI secolo (proprietà privata non visitabile) come prigione per gli eretici e successivamente trasformata in palazzo dalla famiglia Farnese. A pochi passi troviamo un’altra costruzione voluta dai Farnese, la Collegiata di Santa Maria Assunta. Camminando si incontra il Palazzo Borghese (sede del Comune), la Torre dell’Orologio, che riporta il simbolo della famiglia Farnese, e il Palazzo Poniatowski, ex residenza del principe polacco Stanislaw Poniatowski.
Merita una visita anche: La Mergonara, ex “porticciolo turistico” della famiglia Farnese; Punta San Bernardo (per ammirare l’sola Bisentina); il Museo della Navigazione Acque Interne.

Tip:

Un’installazione artistica molto interessante e da non perdere è il presepe subacqueo realizzato nel 1992 dall’artista Catia Cutigni. Le sculture poste a pochi metri di profondità possono essere ammirate tutto l’anno grazie al gioco di luci che le danno risalto, di grande effetto durante il periodo natalizio. Lo spettacolo è visibile sotto il promontorio del borgo, dove negli ultimi anni fu realizzato un belvedere all’interno dei Giardini pubblici (vedi Google Maps).

Info utili:

Parcheggio Capodimonte: abbiamo lasciato la macchina davanti alle mura della città vedi Goggle Maps

lago bolsena capodimonte
Capodimonte
bolsena
Bolsena

.03

Bolsena omonimo borgo su lago di Bolsena

VIAGGIO: Capodimonte – Bolsena 23,7 km

Bolsena è il più grande borgo sul lago ed uno tra i più belli in assoluto. Una passeggiata nelle sue vie strette porta il visitatore indietro nel tempo. Il suo quartiere Castello, il più antico della Tuscia, mantiene ancora intatto il suo stile medievale. Il percorso più suggestivo per raggiungerlo è quello che parte da Piazza Matteotti e che porta fino alla piccola piazzetta dove si trova la Fontana di San Rocco. Da lì una scalinata porta in cima al quartiere, sovrastato dal simbolo della città, la Rocca Monaldeschi della Cervara (sede del Museo Territoriale del Lago di Bolsena)

bolsena Rocca Monaldeschi della Cervara
Rocca Monaldeschi della Cervara, Bolsena
bolsena piazza della rocca
Piazza della Rocca, Bolsena
lago bolsena salita alla rocca Monaldeschi della Cervara
la salita alla Rocca Monaldeschi, Bolsena

Anche se il borgo è di piccole dimensioni, si incontrano diverse chiese e palazzi storici: la Basilica di Santa Cristina (famosa per un miracolo avvenuto intorno al ‘200); la Chiesa di San Francesco; la Chiesa di San Salvatore; il Palazzo del Drago (che fa parte dal circuito delle “Dimore storiche italiane”); il Palazzo del 500′ dei Conti Cozza Caposavi (hotel di charme che organizza anche visite guidate al suo interno).

Solo cliccando sul banner avrai 10% di sconto col codice MAX10 sui tuoi futuri viaggi

Sconto 10% con codice MAX10

Tip:

Vicino alla Rocca Monaldeschi ci sono due belvederi: il primo è sotto la rocca, il Panorama sul Lago di Bolsena (vedi Google Maps), il secondo invece accanto (vedi Google Maps).

Info utili:

Parcheggio Bolsena: abbiamo lasciato la macchina nella Piazza Martiri di Nassirya, a 200 m dalla Piazza Matteotti, vedi Goggle Maps. Ampio spazio di parcheggio.

lago bolsena piazza matteotti a bolsena
Piazza Matteotti, Bolsena
panorama bolsena
panorama su Bolsena

Cosa fare sul lago di Bolsena

Le attività da fare sono davvero numerose. Per quanto riguarda il lago si può optare per fare le escursioni in barca, canoa, diving e, perché no, fare anche un semplice bagno visto che il lago di Bolsena è balneabile

Invece, per gli amanti della natura, non possono mancare il trekking e le escursioni in MTB sul Sentiero dei Briganti (itinerario archeologico naturalistico dell’alta Tuscia) e sul Sentiero Via Clodia (che percorre l’antichissima strada romana). 

Mentre per gli appassionati di storia c’è un’ampia scelta di altri borghi che circondano il lago, come Gradoli, Latera, San Lorenzo Nuovo, Montefiascone, Grotte di Castro e Valentano e diversi siti storici, archeologici, geologici che testimoniano il passato: a 5 km da Bolsena troviamo il Parco Archeologico e Naturalistico di Turona; sempre vicino a Bolsena c’è il Parco delle Pietre Lanciate e nel territorio di Grotte di Castro, le Necropoli di Pianezze.

Le isole del Lago di Bolsena

Nel lago di Bolsena ci sono due isole, Martana e Bisentina, entrambe raggiungibili dal porto di Capodimonte. Sono proprietà privata e l’isola Bisentina è l’unica dove i proprietari permettono una visita, previa prenotazione (consultate il sito dell’Isola Bisentina). L’alternativa è quella di aggirarle col battello. Per avere più info sui tour guardate qui.

lago di bolsena tramonto
tramonto sul Lago Bolsena

Cosa vedere nei dintorni del Lago di Bolsena

Anche i dintorni del lago di Bolsena non deludono.

  • Sant’Angelo di Roccalvecce situato a 28 km da Bolsena è un’ottima tappa per gli amanti dei murales, il paesino viene chiamato anche “il paese delle fiabe”
  • Le città del tufo a 30 km. Pitigliano, Sorano e Sovana valide testimonianze del passato etrusco
  • La Scarzuola, la visione della città ideale creata da Tomaso Buzzi a 63 km
  • Lago Trasimeno a 90 km, un mix tra borghi medievali, castelli, sport acquatici e tanta natura

Ultimo aggiornamento: agosto, 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.