Vai al contenuto

Convento di Montesenario e le Grotte dei frati

07 gennaio, 2022 / Vaglia (Firenze), Toscana

Situato sull’omonimo monte, il Convento di Montesenario nasce nel 1245 grazie a 7 nobili fiorentini che scelsero di ritirarsi qui a vita eremitica. Col tempo il gruppo di frati iniziò ad allargarsi e fu necessario ampliare l’edificio, fino alla fine del XIX secolo quando raggiunse la grandezza attuale.
Oggi il convento è ampio e composto da diversi edifici: la Chiesa della Madonna Addolorata e di San Filippo Benizi, il Coro, la Cappella dell’Apparizione e del Santissimo Sacramento, la Sagrestia, la Cappella dei Setti Fondatori, l’Atrio, il Refettorio e la Terrazza con la cisterna medicea (da dove si gode un bel panorama sul Mugello). A queste vanno aggiunte le grotte dove gli eremiti hanno vissuto per anni e la ghiacciaia, un edificio ottocentesco unico nel suo genere.

Questo percorso porta proprio alla scoperta di queste grotte e del convento. Le grotte non sono visitabili ma si possono ammirare dall’esterno dai cancelli.

Cimitero del Convento di Montesenario

Dal parcheggio proseguite seguendo la suggestiva Via Crucis, un sentiero nel bosco che va parallelo alla strada asfaltata e che porta al convento. Il percorso è tutto in salita, su strada sterrata, largo e fiancheggiato da alberi. Lungo la camminata ci sono diverse edicole, legate alla Via Crucis, e il cimitero dei Frati del Convento di Montesenario.

via crucis verso convento di montesenario
  • Save
la salita dal parcheggio verso il cimitero
indicazioni grotta di san manetto
  • Save
indicazioni verso Grotta di S.Manetto
convento di montesenario grotta san manetto
  • Save
Grotta di S.Manetto dall'alto

Grotta di San Manetto dell’Antella e la Croce Monumentale del Convento di Montesenario

Pochi metri prima di arrivare al convento, sulla sinistra, ci sono le indicazioni per la Grotta di San Manetto dell’Antella. Il percorso scende fino alla grotta, senza segnavia, ma comunque ben battuto. La grotta è situata alla base della montagna e chiusa da un cancello. Con la grotta di fronte proseguite a sinistra, il sentiero salirà fino ad arrivare ad un altro parcheggio. Da lì un piccolo viale alberato porta alla Monumentale Croce alta 18 m.

Fonte del Gallo (Cantagallo)

Tornate indietro e arrivati alla strada, subito a sinistra, ci sono le indicazioni per la Fonte del Gallo. Il percorso scende fino alla fonte (l’ho trovata secca). Per il ritorno seguire in salita lo stesso sentiero dell’andata fino ad arrivare alla strada asfaltata.

indicazioni fonte del gallo
  • Save
indicazioni per Fonte del Gallo
fonte del gallo o cantagallo
  • Save
Fonte del Gallo (Cantagallo)
convento di montesenario croce montesenario
  • Save
Croce Monumentale

Grotta di San Filippo Benizi

Per la Grotta di San Filippo Benizi, rimanendo sullo stesso lato della strada, dopo pochi metri prendete il sentiero a sinistra che scende nel bosco (le indicazioni qui sono sbagliate, si trovano sul lato opposto della strada senza indicare una direzione). Andate dritto e arriverete davanti alle scale che scendono alla grotta. In realtà si tratta di un tempietto che ricopre la fonte che è stata scoperta dal santo.

indicazioni grotta di san filippo benizi e fonte del gallo
  • Save
indicazioni Grotta di S. F. Benizi e Fonte del Gallo
convento di montesenario grotta di san filippo benizi
  • Save
Grotta di San Filippo Benizi

Grotta di sant'Alessio Falconieri

Risalite le scale e seguite le indicazioni per il convento. Lungo il percorso troverete la Grotta di sant’Alessio Falconieri. Un paio di metri prima della grotta ci sono le scale che scendono al romitorio (noi non siamo andati). Nel suo orto c’è la propaggine di una vite considerata miracolosa perché produsse tralci in inverno.

Convento di Montesenario

Con la grotta di fronte, proseguite a destra e prendete il sentiero che sale. Arriverete alla strada asfaltata che porta a sinistra al Sacro Convento di Montesenario.

Il convento non è sempre aperto, ma se siete fortunati non vi perdete i grandi capolavori artistici presenti al suo interno. Sicuramente è più facile trovare aperto il bar del Convento dove, oltre a mangiare un buon panino, è possibile assaggiare o acquistare i vari distillati prodotti dai frati sulla base di antiche ricette. Il più famoso è la “Gemma d’Abete” creato nel 1865.

grotta di sant'Alessio Falconieri
  • Save
Grotta di sant'Alessio Falconieri
convento di montesenario
  • Save
Convento di Montesenario

Grotta dei Sette Santi Fondatori vicino Convento di Montesenario

La Grotta dei Sette Santi Fondatori si trova sotto il Convento. Il percorso per raggiungerla è situato a destra del convento, in discesa lungo il muro. Dopo un paio di metri dall’inizio del muro, sulla destra, ci sono le indicazioni per scendere fino alla grotta.

Ritorno dal Convento di Montesenario

Una volta visitata la grotta, risalite fino ad arrivare al convento, e poi proseguite a destra. La strada è la stessa Via Crucis dell’inizio che riporta al parcheggio.

Scheda informativa

PUNTI D'INTERESSE

Cimitero – Grotta di San Manetto – Croce – Fonte del Gallo (Cantagallo) – Grotta di San Filippo Benizi – Grotta di Alessio Falconieri – Sacro Convento di Monte Senario – Grotta dei Sette Santi Fondatori

PARCHEGGIO

Noi abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio Piazzale della Croce. Sosta gratuita, vedi Google Maps.

CONDIZIONI SENTIERO

Il sentiero è adatto per trekking, running.

ATTREZZATURA

Consigliabile scarpa da trekking, acqua, abbigliamento a strati, giacca a vento, k-way / poncho, spuntino.

STAGIONE

Il percorso si può fare tranquillamente in estate visto che si svolge nel bosco. Da evitare durante il brutto tempo.

Download file: Convento di Montesenario grotte.gpx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap