Cercina, un anello con partenza da Serpiolle

25 febbraio, 2021 / com. Firenze, Toscana

Un anello per conoscere Cercina e i suoi dintorni che si snoda alle pendici di Monte Morello, offrendo un suggestivo percorso panoramico che dà sulla montagna e sui piccoli abitati disseminati nelle verdi colline fiorentine. L’itinerario per un tratto si immerge nel bosco caratterizzato da enormi cerri, lecci, roverelle e le chilometriche distese di ulivi che contribuiscono alla realizzazione dell’olio toscano. Nei pressi dei borghi, ancora si può notare la presenza dei lavatoi, una volta usati per lavare i panni ma anche come punto d’incontro per le donne.
Una area veramente bella e naturalisticamente ricca a pochi passi da Firenze.
La passeggiata può essere affrontata da chiunque perché viene fatta quasi tutta su strada asfaltata, non presenta difficoltà tecniche a parte qualche salita con un po’ di dislivello. 

Per chi vuole provare una camminata con più dislivello sull’altro versante di Monte Morello c’è il sentiero che porta al Piazzale Leonardo.

Questo anello riunisce l’itinerario A (Serpiolle-Cercina lungo via della Docciola) e l’itinerario B (modificato da noi, Cercina-Serpiolle), entrambi itinerari presenti nella Guida Naturalistica -ANPIL Torrente Terzolle.

 

  • Save

SCONTO 5% CON CODICE AFFITGENHOT21Q4 - SCADENZA 31/12/2021 - REGOLAMENTO

 

 

  • Save

SCONTO 5% CODICE AFFITGENHOT21Q4

L’itinerario inizia a Serpiolle, in via del Mulino, e prosegue lungo il fiume fino al bivio, quando poi continua a sinistra su via Nuova del Mulino. Nei pressi dell’allevamento equino andate a sinistra in salita fino ad arrivare in via delle Masse. Da qui svoltate a destra fino ad arrivare alla prima stradina a sinistra. All’inizio della stradina ci sono le indicazioni CAI 5 per “Valcenni”, il sentiero è sterrato e va in salita, passa in mezzo agli ulivi e finisce dopo una serie di scalini davanti alla Chiesa di San Lorenzo a Serpiolle.

Chiesa di San Lorenzo a Serpiolle

Chiesa antica, ben conservata che mantiene ancora oggi il campanile in stile romanico. Al suo interno è conservata una tela di Jacopo Vignali.

due persone su via del mulino lungo fiume a serpiolle
  • Save
via del Mulino, Serpiolle
scalini di pietra tra gli ulivi verso la chiesa di san lorenzo a serpiolle
  • Save
salita verso Chiesa di San Lorenzo, Serpiolle
facciata della chiesa di san lorenzo a serpiolle con 3 macchine parcheggiate davanti
  • Save
Chiesa di San Lorenzo, Serpiolle
via di serpiolle sterrata nel bosco
  • Save
via di Serpiolle

Continuate a sinistra e, dopo una decina di metri, arriverete ad una curva a gomito, andate sulla destra in salita su via di Serpiolle. All’inizio il percorso è su strada asfaltata tra campi di ulivi e piano piano entra nel bosco. La via finisce in via delle Portacce che prosegue a destra. Proseguite su questa strada asfaltata, per un breve tratto, poi seguite via della Casina fino ad arrivare alla Chiesa Sant’Andrea a Cercina. Lungo il percorso c’è la possibilità di fare una piccola deviazione per “Cippo Caduti Radio Cora”.

Cippo Caduti Radio Cora a Cercina

Monumento dedicato ai caduti del Radio Cora, un luogo simbolo della resistenza. Si trova a circa 5 min. da via delle Portacce.

Chiesa Sant'Andrea a Cercina

La chiesa o meglio Pieve di Sant’Andrea realizzata in stile romanico si trova alle pendici di Monte Morello. Al primo impatto colpisce la sua facciata preceduta da un portico cinquecentesco. Ancora sotto il portico si può ammirare quello che è rimasto degli affreschi del secolo XVI, mentre al suo interno da non perdere il trittico con la Madonna attribuito a Nardo di Cione e l’affresco attribuito a Domenico Ghirlandaio. Invece nel chiostro un ciclo di affreschi della metà del Quattrocento.

cercina portone in legno con affresco della chiesa di sant'andrea
  • Save
portone Chiesa di Sant'Andrea, Cercina
cercina facciata della chiesa di sant'andrea
  • Save
Chiesa di Sant'Andrea, Cercina
cercina strada sterata fiancheggiata da un prato con casa con il bosco sullo sfondo
  • Save
via della Fontaccia

Con le spalle alla chiesa andate dritto su via della Fontaccia (all’inizio indicazioni CAI 16 e 16a) che all’inizio sale, poi costeggia a destra il casolare e prosegue dritta fino ad arrivare all’incrocio a sinistra con via Buca della Neve. Da questo punto, subito a destra c’è una piccola strada sterrata e alberata che porta davanti al Castello di Castiglione. A destra del castello c’è una piccola discesa di pochi metri che arriva fino alla Chiesa di San Michele a Castiglioni.

  • Save

12% DI SCONTO SE UTILIZZI IL CODICE: BRAVO12

  • Save

SCONTO 12% CON CODICE: BRAVO12

Castello di Castiglione e Chiesa di San Michele

È un castello medievale del secolo X, oggi purtroppo in stato di abbandono, legato alla famiglia Catellini di Castiglione (famiglia nobiliare fiorentina), da cui ne derivò il nome.

Accanto sorge la chiesetta, un tempo appartenente al castello, oggi in stato di abbandono. Sopra il portale lo stemma dei Catellini, con tre cagnolini.

cercina campi di ulivi con castello di castiglione sullo sfondo
  • Save
Castello di Castiglione sullo sfondo
cercina facciata in pietra della chiesa di san michele vicino
  • Save
Chiesa di San Michele, accanto al castello

Ritornate indietro fino alla Chiesa Sant’Andrea a Cercina, da qui prendete a sinistra in discesa via Docciola. Questa è una via asfaltata lunghissima che volendo arriva fino a Firenze. Attraversa il piccolo abitato di Cercina e passa per Fonte Docciola (una piccola cascata, in realtà un affluente del Terzolle). La strada offre una bellissima vista sulla valle della Terzolle, sui campi e distese d’ulivo divisi dai muretti a secco. Percorretela fino ad incontrare via di Canonica. Il punto è marcato dalle indicazioni per “Canonica, Firenze”, seguitele.

Via di Canonica

La via attraversa l’abitato di Canonica di Cercina (in passato Calonica), piccola frazione di Sesto Fiorentino, arroccata tra le valli dei torrenti Terzolle e Terzollina. Per arrivare a Serpiolle si prosegue tra varie distese di ulivi, incontrando lungo il percorso diverse dimore importanti, addirittura appartenenti già dal Quattrocento ai sacerdoti canonici del Duomo di Firenze.
Al n° 37 ca., villa storica con annessa cappella.
Villa Maragliano al n° 44, forse casa seicentesca. Particolare la torre merlata con lo stemma.
Sulla strada sono presenti altre case coloniche storiche.

cercina lavatoio antico lungo la strada accanto ad una palazzina
  • Save
lavatoio Cercina
cercina cascata nel bosco a fonte docciola
  • Save
Fonte Docciola
cercina paesaggio da via docciola di campo di ulivi circondato da bosco
  • Save
paesaggio visto da via Docciola
casa in via di canonica con portone in legno e botti di vino davanti
  • Save
via Canonica

Continuate poi su via di Capornia. Lungo la strada si incontra prima un complesso di edifici attorno alla villa di S. Raffaele (al n° 24, palazzo storico del 1400), poi Villa S. Cristina (vecchia proprietà dei Benci) e un Tabernacolo.
All’incrocio andate a destra su via del Mulino, poi subito a sinistra e continuando sulla stessa via (la stessa dell’inizio) ritornate al punto di partenza.

Alla fine di via di Capornia, invece di proseguire su via del Mulino vi consiglio di fare una piccolissima deviazione e andare dritto su via del Terzollina. Una volta passato il ponte, sulla sinistra, c’è un piccolo parco con un monumento rappresentante una testa di cavallo dedicato a due donne partigiane.

Scheda informativa

TAPPE

via del Mulino (Serpiolle), via delle Masse, Chiesa di San Lorenze a Serpiolle, via di Serpiolle, via delle Portacce, via della Casina, Chiesa Sant’Andrea a Cercina, via della Fontaccia, Castello di Castiglione, Chiesa Sant’Andrea a Cercina, via Docciola, via di Canonica, via di Capornia, via del Mulino

PARCHEGGIO

  • Noi siamo riusciti a lasciare la macchina all’inizio di via del Mulino. Vedi Google Maps. Sosta gratis.
  • Ho visto che c’era posto anche alla fine della via, sul lato che dà sul fiume. Vedi google Maps
  • Parcheggio più ampio in via delle Masse, presso Società Mutuo Soccorso Serpiolle (lato opposto). Vedi Google Maps

TRASPORTO PUBBLICO

Da Firenze, Rifredi FS Vasco de Gama, il bus n 43 che ferma in via delle Masse, fermata Masse 07.

CONDIZIONI SENTIERO

Adatto al trekking urbano, alle biciclette e alle MTB.

STAGIONE

Sconsigliabile nelle ore estive più calde, dato che il percorso è scoperto.

Download file: serpiolle-cercina.gpx

Ultimo aggiornamento: febbraio, 2021. Vista la situazione pandemica attuale non riesco a fornire gli orari di certe attrazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *