Vai al contenuto

Monte Ceceri, nel parco delle cave

18 aprile, 2022 / Fiesole, Toscana

A pochi passi da Firenze c’è un parco dove ancora tutt’oggi si possono vedere le cave di pietra serena: il Parco di Monte Ceceri. Qui la pietra veniva estratta già dall’epoca etrusca ed è stata usata anche da artisti come il Brunelleschi, Michelangelo e il Vasari per le loro opere. Il lavoro era svolto dagli scalpellini, abili artigiani della pietra, che finirono la loro attività nel 1929 quando l’estrazione fu fermata e le cave chiuse. Oggi il parco rappresenta un posto dove, grazie ai sentieri contrassegnati, si va alla loro scoperta. Sempre nel parco si trova anche il piazzale dal quale Leonardo collaudò la sua macchina per il volo. I sentieri sono accompagnati da pannelli informativi che aiutano a conoscere meglio il posto.

Per accedere al parco ci sono tre entrate: A-Piazzale Don Alvaro Ferri già Prato ai Pini, B-via degli Scalpellini, C-via Doccia (curva del Regresso) fermata bus n 7.

Borgunto

Il nostro itinerario inizia a Borgunto, frazione di Fiesole, presso la piazzetta della Scuola (vedi Google Maps). Da qui, tornando leggermente indietro, prendete a destra via del Pelagaccio. Dopo circa 50 m continuate dritto, tenendo la sinistra, lungo i muri che costeggiano la strada e rimanendo su questa strada fino a raggiungere via Corsica, dove dovete svoltare a destra, in salita.

monte ceceri presepio di borgunto
  • Save
andate a destra e prendete il sentiero a destra dell'albero
monte ceceri sbarra prima dell'inizio percorso a
  • Save
sentiero oltre alla sbarra, a destra
indicazioni piazzale leonardo da vinci a destra
  • Save
sentiero a destra verso Piazzale Leonardo
monte ceceri indicazioni per piazzale leonardo da vinci
  • Save
per Piazzale proseguire a destra

Piazzale Leonardo da Vinci sul Monte Ceceri

La salita finisce dopo circa 200 m davanti ad una piccola chiesetta sulla destra, Presepio di Borguntodove dovete svoltare. Andate dritto e prendete il sentiero sterrato (qui si trova l’entrata A, vedi Google Maps; volendo è possibile parcheggiare anche qui, ma spesso non si riesce a trovare posto).
Proseguite su questo tratto fino ad arrivare ad una sbarra. Da lì prendete il percorso a destra in salita, in direzione “Piazzale Leonardo da Vinci” (in circa 10 min.), marcato blu-rosso. Il piazzale fu usato da Leonardo da Vinci come “trampolino” di lancio per la sua Macchina del Volo, nel 1506, che riuscì a planare per circa mille metri atterrando a Regresso (Fiesole). Sempre lì è presente un’area di sosta che offre una bellissima vista su Firenze.

monte ceceri piazzale leonardo da vinci
  • Save
Piazzale Leonardo da Vinci
indicazioni cava sarti
  • Save
indicazioni in discesa verso Cava Sarti

Cava Sarti sul Monte Ceceri

Una volta visitato il piazzale, ritornate indietro per pochi metri e svoltate a destra in discesa, indicazioni “Maiano; Via degli Dei; Cava Braschi, Cava Sarti”. Continuate in direzione “Accesso B, Via degli Scalpellini e C” fino ad arrivare alla Cava Fratelli Sarti. Si tratta di un tipo di cava tagliata, cioè a cielo aperto, dove la conformazione geologica del monte, la qualità e la quantità degli strati della pietra sono visibili in sezione verticale. Quasi di fronte c’è un’area attrezzata per il ristoro e quello che rimane di un manufatto in pietra utilizzato per depositare gli attrezzi.

Tip:

Ovviamente quello che oggi viene fatto in modo industriale, in passato veniva svolto manualmente dagli scalpellini. Forse a prima vista erano semplici operai, ma in realtà erano più di questo; erano i conoscitori dell’arte della pietra, abili nel saperla scegliere e nel saperla tagliare. La pietra poi da lì, grazie ai carri, veniva trasportata per essere impiegata in edilizia ed architettura, nell’arredo civile, sacro, urbano e nell’ornato.

manufatto in pietra per deposito attrezzi
  • Save
manufatto utilizzato per depositare gli attrezzi
monte ceceri indicazioni cava braschi
  • Save
indicazioni per Cava Braschi, dritto in discesa

Cava Braschi sul Monte Ceceri

Dalla Cava Sarti proseguite in direzione “Cava Braschi”, in discesa, fino ad arrivare ad un bivio. A sinistra il sentiero scende verso Cava Braschi, mentre a destra va verso via degli Scalpellini tornando a Borgunto. La discesa verso la cava è abbastanza breve, circa 5 min. La Cava Braschi, visibile oltre il cancello, è una cava di tipo latomia, detta anche fitta o a grotta, sostenuta da massicci colonne in pietra.

monte ceceri cava braschi
  • Save
Cava Braschi
indicazioni per cava braschi e via degli scalpellini
  • Save
dritto verso Cava Braschi, indietro per via degli Scalpellini

Ritorno a Borgunto

Ritornando alle precedenti indicazioni, andate in direzione “via degli Scalpellini” e proseguite fino ad uscire dal parco (nei pressi delle indicazioni “Parco di Monte Ceceri”). Subito dopo svoltate a destra di nuovo su via del Pelagaccio, lungo i muri. Dopo circa 150 m arriverete allo stesso bivio dell’andata, svoltate a sinistra, poi nuovamente sinistra ed arriverete al parcheggio.

Scheda informativa

PUNTI D'INTERESSE SU MONTE CECERI

Borgunto-Piazzale Leonardo da Vinci-Cava Sarti-Cava Braschi

PARCHEGGIO

Noi abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio Piazzale della Croce. Sosta gratuita, vedi Google Maps.

CONDIZIONI SENTIERO

Il sentiero è adatto per trekking, running.

ATTREZZATURA

Consigliabile scarpa da trekking.

STAGIONE

Il percorso è adatto ad ogni stagione.

Materiale utile:

Qui troverete la mappa del percorso e la brochure:  fonte Art altro Project

Download file: monte-ceceri.gpx

Ultimo aggiornamento: aprile 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap